Vendita di piante agricole e bulbi per professionisti e privati.

Piante di Lampone Bio

Commander les Piante di Lampone Bio

Visualizzazione di 1-0 di 6 risultati

Information sur les Piante di Lampone Bio

Scheda tecnica

Le condizioni di crescita

Il cespuglio di lamponi predilige terreni “leggeri”, profondi, freschi ma ben drenati ; è assolutamente necessario evitare terreni pesanti e saturi d’acqua (rischio di fitoftora e di asfissia radicale). Su terreni pesanti è necessario piantare sui tumuli per evitare l’asfissia delle radici. Il lampone preferisce terreni leggermente acidi a terreni neutri per evitare carenze di ferro (clorosi).

C’e’ bisogno di un’ottima scorta di humus. Si tratta di riprodurre un terreno “tipo” di foresta in una piantagione di lamponi.

Le piante tollerano le zone semi ombreggiate, ma sono più produttive nelle zone soleggiate. Le terre con leggere pendenze favoriscono una buona circolazione dell’aria per limitare i danni causati da malattie fungine e dal gelo ai fiori in primavera e ai frutti in autunno. Tuttavia, è necessario evitare zone con forti venti, o installare dispositivi antivento per limitare i danni alla piantagione, alle gallerie e soprattutto per ridurre al minimo i frutti graffiati.

Esistono due tipi di varietà :

Ci sono diverse varietà di lampone, che si dividono in due macro gruppi: le varietà unifere e le varietà bifere o rifiorenti. Le prime producono frutti una sola volta all’anno nel periodo giugno-luglio sui rami formatisi nell’anno precedente. Le seconde garantiscono due raccolte all’anno: una nel periodo giugno-luglio sui rami dell’anno precedente e una in settembre-ottobre sui rami che si sono sviluppati nel corso dell’anno.

 

La preparazione del suolo

Una piantagione di lamponi è produttiva per circa dieci anni se viene piantata con successo.Il suolo dovrebbe essere preparato un anno prima dell’impianto per garantire un’adeguata concimazione ed il controllo delle erbe infestanti perenni. Un prato di loietto temporaneo è un ottimo precedente. Tuttavia, questo letame verde dovrà essere mantenuto con una macinazione regolare per non creare una riserva di semi e bisogna anticipare la distruzione di questo prato per non metterlo in diretta concorrenza con le piante di lampone.

Una volta che il letame verde è stato distrutto, la lavorazione del sottosuolo (decompazione) e del terreno deve essere effettuata con un attrezzo a denti profondo circa 50/60 cm. Attenzione all’uso di utensili meccanici (rotavatori, erpici rotanti…..) perché distruggono la struttura del suolo, sbriciolando il terreno, e creano una suola dura in profondità, rischiando di moltiplicare i rizomi delle erbacce perenni.

A seconda del metodo di impianto (radice nuda o in zolla), il terreno viene lavorato circa 2 mesi prima di essere piantato con un’aratura profonda di 20 cm che verrà utilizzata per interrare la concimazione di fondo. Sarà effettuata in buone condizioni di essicazione, seguita da una ripresa dell’aratura con uno strumento dentato sia per una piantagione piatta o con tumuli come per le fragole, se il terreno è poco profondo o troppo umido in inverno; stare attento a lavorare in condizioni asciutte; l’apparato radicale del lampone è relativamente superficiale, ed è molto sensibile a qualsiasi zona di insediamento che ne limiti lo sviluppo.

Il letame di fondo

L’analisi chimica del terreno è altamente raccomandata per un’ottimizzazione essenziale del fertilizzante di fondo. Gli input devono essere ponderati in base alla natura del suolo, ai risultati dell’analisi, alla coltura precedente e alle esigenze della coltura da installare.

La materia organica sarà sempre benefica, sia per la vita del suolo che per le esigenze del cespuglio di lamponi. In media, una fornitura limitata a 40 T/ha di letame ben compostato da interrare prima della semina consentirà ai lamponi di stabilirsi correttamente e coprirà il fabbisogno di minerali per circa 3 anni. Se necessario fare un’applicazione di calce (pH ottimale = 6,5), ad esempio sulla base del lithothamnium.

 

La preparazione dell’appezzamento

Limitare la lunghezza delle file per le colture in galleria: non superare i 50 m per facilitare l’aerazione del riparo e garantire anche una buona omogeneità dei flussi di gocciolamento (attenzione ai terreni in pendenza).

Piantare su tumuli

Si raccomanda di piantare su cumuli, per quanto possibile:

    • un migliore riscaldamento del suolo e quindi
    • un guadagno di precocità
    • migliore igiene del suolo in caso di piogge autunnali e invernali, riducendo così il rischio di asfissia radicale e di attacco fungino al suolo
    • definire meglio una zona di produzione ed effettuare una pacciamatura in inverno

 

Tipi di tumuli

Nella coltivazione in pieno campo e sotto riparo freddo, la coltivazione del lampone sarà effettuata in fila singola su tumuli larghi da 1 m a 1,20 m e alti da 0,20 m a 0,25 m, distanziati da 2 m tra le file sotto un tunnel di 5 m e distanziati da 3 m tra le file sotto un tunnel di 6 m o in pieno campo.

L’irrigazione

Nelle condizioni climatiche e pedologiche della nostra regione, l’irrigazione della piantagione di lamponi è essenziale. Il lampone ha bisogno di un’umidità costante (evitando il ristagno d’acqua). L’installazione di un impianto di irrigazione a goccia è consigliata per coprire il fabbisogno idrico nel periodo che va dall’inizio della fioritura alla fine del raccolto. Inoltre, questo sistema permette di razionalizzare le risorse idriche nelle zone in cui sono limitate. Tuttavia, un impianto a pioggia può essere installato da solo o in aggiunta a quello a goccia per migliorare i fattori climatici (umidità dell’aria e umidità del fogliame; non dimenticate che il cespuglio di lampone selvatico è una pianta del sottobosco).

I tipi di piante

Preferire le piante in vaso in aprile/maggio alle piante a radice nuda per la qualità della ricrescita e l’omogeneità della piantagione e per limitare il rischio di forti gelate. Se l’impianto avviene da novembre a marzo, è necessaria la semina a radice nuda. Le distanze di impianto variano da 0,5 a 0,8 m sulla fila, e tra le file da 2 m per le colture sotto ripari di 5 m a 3 m sotto ripari di 6 m o nei campi.

La pacciamatura e la manutenzione della fila di piantagioni

La creazione di una piantagione di lamponi è prevista per durare diversi anni, quindi il rischio di invasione della fila di lamponi da parte delle erbacce e quindi la concorrenza è quasi assicurata. Per superare questo problema, ci sono diverse possibilità di controllare le erbe infestanti:

  • Diserbo totale delle file e tra le file di piantagione: nessun inerbimento
  • Diserbo situato sulla fila di piantagione con lavorazione del terreno (intercettazione, zappatura…..), inerbimento e triturazione tra le file.
  • Plastica pacciamatura a piantare sulla fila
  • Pacciamatura con tela fuori terra: realizzare strisce di 60 cm di larghezza su entrambi i lati della fila, lasciando una striscia di 15 cm per consentire il passaggio di future ventose.
  • Uso di un pacciame sulla fila come paglia o fieno. È sufficiente uno spessore di 15 cm, ma essere attento alla gestione del fabbisogno di azoto.

Il traliccio

Coltivare il lampone su un graticcio è essenziale per la coltivazione di lamponi uniferi  e consigliato per le specie bifere (rifiorenti).

Il principio del traliccio consiste nel collocare i pali sulla fila ad un intervallo di 5/6 m con tiranti ad ogni estremità della fila, e nel collocare 2 fili fissati sui pali ad un’altezza di 0,7/0,8 m e 1,5/1,6 m. Poi i tiranti vengono fissati ad uno dei 2 fili con filo o corda di alluminio. Questo sistema è molto adatto alla coltivazione di lamponi uniferi e soprattutto permette di non rompere le pareti, quindi di garantire una migliore produzione e ridurre al minimo i graffi dei lamponi.

Per i lamponi rifiorenti (biferi) si può prendere in considerazione il sistema di lamponi uniferi, ma è più adatto un sistema con l’installazione di 2 fili alla stessa altezza per tenere le canne tra i due fili.

 

L’irrigazione

L’acqua è il fattore chiave nella ricrescita delle piante. Si consiglia quindi di utilizzare l’aspersione e il gocciolamento per favorire l’umidità della piantagione (obbligatorio per una piantagione in zolle).

Per avere successo nell’impianto, è essenziale garantire un’irrigazione permanente durante tutta la stagione e tener conto delle precipitazioni.

La qualità delle canne di varietà unifere dipende principalmente dal fattore acqua, che consentirà di cominciare la produzione a partire dall’avio dell’anno N+1.

Il controllo delle erbe infestanti

A seconda del sistema scelto (pacciamatura, mulch o terreno nudo), è necessario controllare manualmente le erbe fino a ottobre (da 2 a 3 passaggi) e seminare un trifoglio nano bianco (varietà huia), agrostis, bluegrass o festuca tra le file.

La potatura

Il metodo di potatura deve essere adattato al tipo di varietà piantate che esistono :

 

  • lampone unifero : Produce in giugno/luglio e generalmente in un periodo di circa 4-5 settimane. Queste varietà si producono sulle canne dell’anno precedente.

 

  • lampone rifiorente o bifero : Produce da luglio per il più presto, o all’inizio di agosto per gli altri. La produzione è scaglionata e può essere continua durante l’autunno fino ad essere interrotta da condizioni climatiche avverse (forti piogge, gelo). Il lampone rifiorente produce sui germogli dell’anno in corso.

NB : è importante non mescolare le varietà al momento dell’impianto: fare file omogenee per varietà e tipo di fruttificazione. Le differenze di fruttificazione tra questi due tipi di varietà fanno sì che un errore nel metodo di potatura possa portare ad un calo della produzione, che può essere totale.

Il tempo necessario per la raccolta è ottimizzato se la potatura è eseguita correttamente.

La potatura elimina le canne inutile: in eccesso, non produttive o mal posizionate….. Controlla anche la distribuzione delle canne sulla fila e la loro altezza, che facilita l’accesso ai frutti e quindi la velocità di raccolta.

Metodi di potatura :

I metodi di potatura qui presentati soddisfano i criteri di una produzione economicamente sostenibile: costo, velocità, facilità di realizzazione ed efficienza. Esistono altri metodi di potatura, ma che generalmente corrispondono a produzioni non professionali.

Potatura di cespugli di lamponi uniferi :

    • alla fine dell’inverno (febbraio/marzo) tagliare tutte le canne già prodotte.
    • mantenere circa 10/15 canne che sono cresciute l’anno precedente per metro lineare. abbassarle a circa 1,60 m di altezza a marzo.

NB : Per facilitare la crescita dei polloni, a volte è auspicabile tagliare le canne prodotte alla fine del raccolto per limitare la concorrenza con i nuovi polloni. Tuttavia, attendere fino ad avere “augusting polloni” (indurimento a freddo e lignificazione dei polloni) per rimuovere le vecchie canne in modo da non danneggiare i polloni.

L’installazione delle gallerie

Il lampone può essere coltivato in tunnel di 5/6 m o 8/9 m. Questa copertura permette di anticipare il periodo di maturazione delle varietà unifere ma soprattutto di garantire una migliore qualità del frutto. La data di installazione deve corrispondere ad un periodo in cui deve essere escluso qualsiasi rischio di gelo.

Attenzione, in caso di copertura di varietà unifere è assolutamente necessario  l’impollinazione dei fiori con l’aggiunta di piccoli alveari.

Per i lamponi rifiorenti è consigliabile coprirli prima dell’arrivo delle piogge autunnali e dei primi freddi.

L’installazione di una copertura genera costi aggiuntivi per il produttore, ma garantisce un raccolto regolare e soprattutto la qualità dei frutti.

 

0

Demandez votre devis personnalisé.

  • Faites une demande sans engagement
  • Nous traitons les demandes de 200 plants minimum
  • Nous traitons vos demandes sous 48h en semaine
  • Plus d'infos : info@plants-pro.com ou 03 70 88 98 50

Formulaire de Devis

Note: Les données présentées seront utilisées uniquement pour vous contacter au sujet de votre demande de devis.


Si vous avez plusieurs variétés différentes ou plants, dites nous vos quantités précises (Minimum de 200 plants par demande).

Adresse de livraison

Veuillez nous fournir l'adresse de livraison pour inclure les frais d'expédition dans le devis.


Register

I vostri dati personali saranno utilizzati per supportare la vostra esperienza attraverso questo sito web, per gestire l'accesso al vostro account e per altri scopi descritti nella nostra politica del sito.

Nos tarifs d'expédition en France et Europe

Tarifs pour la France - Prix HT

Tarifs pour l'Europe* - Prix HT

*Livraison Europe : Allemagne, Andorre, Belgique, Espagne, Italie, Luxembourg, Monaco, Portugal, République Tchèque, Roumanie, Suisse.